Chi siamo

18 SETTEMBRE 2014: A MILANO NASCE IL FABRIQUE.

Il nuovo punto di riferimento per l’entertainment italiano e internazionale.

Un progetto imprenditoriale ambizioso ha trasformato la storica sede della Venus in una futuristica struttura modulabile da oltre 2000 mq, pensata per ospitare musica, concerti, eventi, djset.

DANIELE ORLANDO, giovane imprenditore milanese, dà il via alla sua terza avventura dopo Rolling Stone e Magazzini Generali.

Daniele Orlando

Uno spazio nuovo per l’industria dell’intrattenimento, per il pubblico dei concerti, per i nightclubber più esigenti, per gli organizzatori di eventi di arte, moda e cultura, un posto accogliente per chiunque sia alla ricerca di un luogo futuristico e ospitale, con un’identità ben definita – moderna e all’avanguardia in ogni suo aspetto – ma allo stesso tempo versatile e in grado di diventare punto di riferimento per realtà diverse.

Una programmazione estremamente varia, che rappresenta alla perfezione il concept ideato da Daniele Orlando, l’imprenditore che appoggiato da una piccola cordata di colleghi, ha fortemente voluto costruire questa nuova struttura.

Ho colto l’esigenza di uno spazio nuovo a Milano – spiega Daniele Orlando, 39 anni e un curriculum professionale nel quale fra le tante esperienze spiccano quella di Amministratore Delegato e Direttore Artistico del Rolling Stone a soli 25 anni e quella di proprietario e gestore dei Magazzini Generali“In un momento di oggettiva staticità imprenditoriale del nostro Paese, ho agito come ho sempre fatto, rilanciando d’istinto, spero con intelligenza. Infatti il Fabrique fa tesoro del passato (non a caso nasce nella storica sede della Venus, il distributore di dischi più attivo e potente dagli anni ’80 fino all’inizio del 2000), ma con lo sguardo dritto verso lo scenario futuro. Quindi un locale moderno sia nelle sue caratteristiche tecniche, con un palco alto 135 cm dal suolo, suono e illuminotecnica di ultimissima generazione, una struttura accogliente e comoda per chi deve lavorare all’allestimento degli eventi, sia nel concept di utilizzo modulare, che ci consente di passare da una capienza massima di 3100 persone (oltre la quale a Milano c’è solo il palasport di Assago, il Forum) a un minimo di 800-1000 persone, grazie ad un progetto di campate chiudibili e al pavimento strutturato su tre livelli rialzati. Sono molto felice di questa nuova impresa, ideata pochi mesi fa e ora già realtà concreta e con una programmazione di altissimo livello, aspetti per i quali non posso che ringraziare i miei collaboratori, uno staff piccolo ma rodato ed efficiente che mi segue da anni con passione ed entusiasmo in ogni mia iniziativa”.

Il Fabrique nasce anche in una zona, quella di via Mecenate, nella quale hanno già sede gli Studi televisivi Rai e il nuovo polo della moda a Milano, che nei piani della mobilità sarà raggiunta prima o dopo Expo 2015 dalla nuova linea della metropolitana M4 e che nel frattempo offre vaste aree di parcheggio vicine, nonché l’accesso immediato alle grandi vie di comunicazione per chi arriva da fuori Milano, via tangenziale o autostrada.

Il Fabrique c’è. Non resta che vederlo di persona.

 

IL PROGETTO

Fabrique Milano è l’ultima sfida vinta dallo Studio Architetti Beretta, un marchio di garanzia ed eccellenza fin dal 1982 per la progettazione e realizzazione di strutture, edifici e locali fra i più significativi nell’ambito della nightlife e dell’intrattenimento, in particolare a Milano e Roma. Gli Architetti Daniele e Roberto Beretta, si sono dedicati al progetto Fabrique con la passione e la competenza che ha sempre contraddistinto ogni loro creazione, pensando a come coniugare la necessità di uno spazio destinato ad un utilizzo multifunzionale e a rimanere moderno a lungo, con la tradizione e la storia della struttura pre-esistente nello stesso luogo, la sede della Venus Dischi, storico distributore di prodotti musicali.

Il risultato è una struttura architettonica avveniristica sotto ogni punto di vista – dimensione, capienza, gestione degli spazi interni, assetto e dotazioni tecniche, eleganza e funzionalità. Esattamente rispondente all’obiettivo preposto: la realizzazione di un “luogo dell’intrattenimento”, che da un lato accoglie le necessità di una città al centro dell’Europa, Milano, e di una clientela – intesa come aziende e operatori del settore, ma anche del pubblico che partecipa agli eventi – molto attenta ed esigente rispetto alla qualità della proposta. Dall’altro nasce da un attento studio del sito nel quale sorge e si integra il Fabrique: un’area in forte sviluppo, quella del nuovo polo della moda a Milano; prossima a studi televisivi e altre strutture con destinazione d’uso varia, ma nessuna dotata di caratteristiche specifiche e di accorgimenti che ne esaltino la funzionalità; vicina alle grandi arterie di comunicazione cittadina e autostradale; dentro la città, ma allo stesso tempo un’isola felice rispetto alle possibili problematiche delle aree centrali o periferiche ad alta densità abitativa.

Gli Architetti Daniele e Roberto Beretta, forti di un’esperienza trentennale nella progettazione di “case per l’entertainment”, hanno quindi saputo unire, utilizzare ed esaltare queste caratteristiche nella realizzazione del Fabrique: hanno dato vita ad una struttura pioneristica, destinata a fecondare il tessuto urbano circostante, facendosi centro e “fabbrica” di eventi per la musica, l’intrattenimento, la moda, la cultura nel significato più ampio possibile, quella che porta nuova linfa allo sviluppo sociale, economico ed estetico di una città esigente ma sempre pronta a cogliere nuovi stimoli come Milano.